Il bello, il brutto e il cattivo_Massimo Bracci

Cavinato Editore International Cavinato Editore International

CAV051

Nuovo

Categoria libri: Saggi di filosofia
Anno: 2017
Dimensione del file: 496 Kb
Lingua: ita

Formato: Epub

* Una volta eseguito il pagamento, Vi preghiamo di scriverci una e-mail a commerciale@rosmeri.it indicando il formato di testo desiderato.

Maggiori dettagli

5,76 €

Effettuiamo consegne in tutto il mondo

Delivery della merce in 24 Ore

C’è una vecchia storiella: Un uomo guida lungo l’autostrada. Notizia d’emergenza alla radio: «Attenzione, un pazzo va contromano in A 14!» Solo uno? – pensa l’uomo – qua vanno tutti contromano! Costui è il filosofo. La filosofia segue una strada contraria rispetto al buon senso comune. E lo fa di proposito. I saggi che qui presentiamo sono un tentativo di riportare la filosofia su quella strada, da dove è nata. Sono stati presentati in una serie di incontri pubblici e aperti, rivolti a non specialisti, presso la Biblioteca Filelfica di Tolentino (MC) nel 2016. Le discussioni sono state avviate da un “perturbatore/provocatore”, esperto in filosofia, con il compito di porre domande e avviare il dibattito, secondo il modello del “filosofo-tafano” autorevolmente rappresentato da Socrate. L’intenzione era di riflettere sulle molteplici articolazioni e declinazioni (etiche, estetiche, ontologiche, gnoseologiche e sociologico-politiche) di alcune nozioni poliedriche come “bello”, “brutto” e “cattivo”. Il saggio di Arianna Fermani L'eleganza del bene e le seduzioni del male: in dialogo con Aristotele introduce agli aspetti etici connessi al bello e buono, ovvero la ricerca della felicità che contraddistingue la vita buona. Essa si contrappone al male, che si presenta sotto molte forme e molti nomi, dal momento che esso consiste nell’eccesso, in tutto ciò che è smisurato. Il bene invece è giusta misura, equilibrio tra eccessi, uno stretto sentiero che solo l’uomo saggio sa percorrere con eleganza. Il bello è protagonista nel successivo saggio di Massimo Bracci Heidegger e la Pop art incentrato sulla filosofia dell’arte. Le avanguardie del ’900 ci presentano opere talvolta spiazzanti, sulle quali si prova a gettare luce a partire dalle considerazioni sull’arte di Heidegger. Ma il vero tema è la condizione umana, dal momento che molti artisti rinunciano a una vita ordinaria e serena per abbandonarsi alla propria opera, talvolta fino a bruciarsi. Compito della filosofia è interrogarsi su cosa li spinge lontano da una vita, secondo ragione: cos’è quel di più che caratterizza gli artisti, quel qualcosa che li rende umani (e sovrumani, praticamente divini)? È necessario credere negli altri? La scommessa della fiducia di Cinzia Cotini affronta il versante delle relazioni umane, con una riflessione sul senso e sul valore della fiducia. È necessario credere negli altri o possiamo farne a meno? A partire dagli spunti del libro Avere fiducia di Michela Marzano, vengono richiamate non solo le riflessioni dei filosofi, ma anche di narratori, poeti, film, per analizzare la logica asimmetrica della fiducia, il ‘come’ ci affidiamo o no ai nostri simili e la nostra posizione nel mondo proprio a partire dalla fiducia che accordiamo o neghiamo. In La falsa storia della tolleranza – Mimesi e violenza all’origine della cultura occidentale di Michele Rozzi si introduce una problematica politica della massima attualità: la tolleranza ovvero l’apertura (o la chiusura) di una civiltà nei confronti delle altre. In cosa consiste arroccarsi dal punto di vista antropologico? Nella storia della civiltà l’arrocco è una delle mosse più usate dalle comunità in una situazione di pericolo e dagli stati, dai regni e dagli imperi nel momento in cui, persa l’iniziativa e abbandonata la fase offensiva, ci si prepara a resistere. Elena Irrera in Il valore metodologico dell’amare “in modo bello” nel Simposio di Platone. Un antidoto al brutto e al cattivo prende spunto dalla parte introduttiva del Simposio, osservando come nel prologo e nella descrizione delle prime fasi del convito si profilino interessanti scenari sulle modalità corrette di impostare un percorso conoscitivo ispirato alla ricerca del bello e al ripudio del brutto. Infine il saggio di Lucia Palpacelli Maestri brutti e cattivi per insegnare il bene e il bello. L'Eutidemo di Platone analizza un dialogo del filosofo greco in cui due sofisti, giocolieri di parole che si atteggiano a grandi maestri, contendono per emergere vincitori in una - apparentemente inconsistente - gara di discorsi, nata però da un invito molto serio di Socrate: convincere un giovane, nell'età adatta per essere educato, a fare filosofia e a perseguire la virtù.

Formato: Epub

* Una volta eseguito il pagamento, Vi preghiamo di scriverci una e-mail a commerciale@rosmeri.it indicando il formato di testo desiderato.

No customer reviews for the moment.

Write a review

Il bello, il brutto e il cattivo_Massimo Bracci

Il bello, il brutto e il cattivo_Massimo Bracci

Categoria libri: Saggi di filosofia
Anno: 2017
Dimensione del file: 496 Kb
Lingua: ita

Formato: Epub

* Una volta eseguito il pagamento, Vi preghiamo di scriverci una e-mail a commerciale@rosmeri.it indicando il formato di testo desiderato.

Accept

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.